Selezionato:

Volti d'arte del '900

18,00 15,30

-15%

Volti d’arte del ‘900

18,00 15,30

Le opere e i giorni di due artiste tedesche Paula Modersohn-Becker, Charlotte Salomon

Autore: Beatrice Talamo

Roma, 2014, formato cm 15×21, pag. 120, ill. in bianco e nero

ISBN: 9788875752156
Aggiungi alla tua lista
Aggiungi alla tua lista
COD: 9788875752156 Categorie: ,

Descrizione

Paula Modersohn-Becker e Charlotte Salomon: due giovani donne che, nei primi decenni del Novecento, con modalità diverse e in momenti storico-politici differenti, hanno scelto la via dell’arte per scoprire e conquistare la propria identità. Attraverso il rifiuto di regole già scritte dalla società, Paula cerca quello che oscuramente sente nascere dentro di sé e, affascinata dall’avanguardia dei primi del Novecento, corre a Parigi per vedere Cézanne, Van Gogh, Seurat, Rodin. Anche Charlotte Salomon, la giovanissima artista ebrea morta ad Auschwitz nel 1944, a soli 27 anni, sceglierà la via dell’arte per raccontare se stessa e la storia tragica della propria famiglia negli anni bui del nazismo. Intrecciando il colore alla musica e alle parole, ripercorrerà il doloroso e terribile passato delle donne della sua famiglia, per arrivare al presente in cui – volutamente ignara? – si ritrae davanti a un mare che sembra non conoscere l’orrore tangibile di quei giorni. Con determinazione Paula e Charlotte si incamminano dunque sulla strada dell’arte, unica possibilità che consente loro di vivere ed esprimersi. Poi, a un tratto, sembrano quasi cominciare a correre, consapevoli, forse, del breve tempo loro concesso per terminare la propria opera che, nonostante l”affanno’, non ha nulla di frammentario, di enigmatico, d’irrisolto: appare invece oggi come una limpida e luminosa testimonianza.

Beatrice Talamo insegna letteratura tedesca all’Università degli Studi della Tuscia, Viterbo. Dal tedesco ha tradotto romanzi, racconti e poesie; ha pubblicato saggi, monografie e articoli, spaziando dal Romanticismo (Hoffmann e Runge) alla letteratura praghese (Leo Perutz); da Federico il Grande di Thomas Mann reinterpretato dallo storico Friedrich Meinecke, alle liriche di Rose Ausländer o alla Medea di Christa Wolf. Ha già pubblicato articoli sul flaneur Franz Hessel di cui ha appena presentato la prima monografia.

Chiudi il menu
×
×

Carrello