Selezionato:

Visioni asburgiche del Mediterraneo

25,00 21,25

-15%

Visioni asburgiche del Mediterraneo

25,00 21,25

La Sicilia nell’equilibrio metternichiano (1812-1824)

Autore: Giovanni Schininà 

Roma, 2017, formato cm 15×21, pag. 272, n. 2 della collana Galatea

ISBN: 9788875752835

Aggiungi alla tua lista
Aggiungi alla tua lista
COD: 9788875752835 Categorie: , ,

Descrizione

Nell’epoca precedente e successiva al Congresso di Vienna l’Impero d’Austria fu tra i principali artefici del nuovo equilibrio europeo, com- presa la dimensione mediterranea. Il volume trae spunto dalle vicende politiche e diplomatiche relative alla Sicilia di quegli anni per affrontare, sulla scorta di un ricco apparato documentario di fonte austriaca, il pro- getto, coltivato dalla casa asburgica e soprattutto dal principe Metternich, di affermare un ruolo di potenza euro-mediterranea. La questione sici- liana tra il 1812 e il 1824 risulta infatti un elemento non secondario nella visione e negli atteggiamenti delle élites asburgiche in merito all’intesa con la Gran Bretagna, alle forme del predominio in Italia e alla tutela contrastata nei confronti del Regno delle Due Sicilie. La diplomazia viennese, pur senza riuscire a porvi rimedio, comprese ben presto che i limiti del governo del Regno borbonico e la sua divisione in due nazioni poco amalgamate avrebbero potuto costituire il punto debole del sistema egemonico austriaco nella penisola italiana. La tematica costituzionale, il tipo di forma monarchica prediletta e i moti del 1820-21 diventano in tale contesto la chiave di lettura della continua oscillazione tra riformismo e repressione che accompagna il passaggio dall’età napoleonica all’età della ärestaurazione.

Giovanni Schininà, docente di storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Catania, si occupa di storia politica dell’Italia e dell’Europa centrale. è autore di diversi saggi e monografie sull’Impero asburgico, sull’Austria contemporanea, sull’Italia dell’età giolittiana e del secondo dopoguerra. Tra le sue ultime pubblicazioni: Stato e società in età giolit- tiana. L’Italia tra il 1901 e il 1914 (Bonanno, 2008), La rivoluzione sici- liana del 1848 nei documenti diplomatici austriaci (Edizioni del Prisma, 2011), L’Austria contemporanea tra crisi e trasformazione (Artemide, 2013).

La collana Galatea raccoglie studi sulla storia, la letteratura e le arti dei paesi del Mediterraneo e dell’Europa centrale nell’ottica del confronto e dello scambio interculturale, dello sconfinamento, delle corrispondenze e divergenze, della circolazione delle idee. Esiste infatti, contrariamente ad una immagine troppo semplicistica e diffusa, un profondo legame storico e culturale tra Mitteleuropa e area mediterranea.

Die Buchreihe Galatea sammelt Studien über Geschichte, Literatur und Kunst in Mitteleuropa und im Mittelmeerraum aus der Perspektive der interkulturellen Konfrontation, der Grenzüberschreitung, des Gedankenaustausches, der Divergenzen und Affinitäten. Im Gegensatz zu einem vereinfachenden Bild von Gegenüberstellung besteht in der Tat eine ausgeprägte historische Gemeinsamkeit zwischen Zentraleuropa und den Mittelmeerländern.

Chiudi il menu
×
×

Carrello