Selezionato:

Naturalismo e modernismo

25,00 21,25

-15%

Naturalismo e modernismo

25,00 21,25

Zola, Verga e la poetica dell’insignificante

Autore: Pierluigi Pellini

Roma, 2016, formato cm 15×21, pag. 256

ISBN: 9788875752507
Aggiungi alla tua lista
Aggiungi alla tua lista
COD: 9788875752507 Categorie: ,

Descrizione

Che fra Ottocento e Novecento, fra naturalismo e modernismo, non ci sia – come ancora ripetono molti manuali di storia letteraria – un’invalicabile ‘barriera’, ma una tendenziale continuità, è la tesi di fondo di questo libro. Dopo un’introduzione generale, che prova a abbozzare Un’idea dell’Ottocento, una Prima Parte zoliana (quattro saggi), una Seconda Parte verghiana (due saggi) e una Terza Parte sulle radici ottocentesche del modernismo (un unico saggio molto ampio) argomentano, da diversi punti di vista, alcune delle ragioni per cui, in un’ottica di longue durée, i debiti molteplici che i più importanti scrittori d’inizio Novecento hanno contratto con la narrativa naturalista e verista, per quanto a volte occultati dagli stessi autori, sono più importanti delle pur decisive innovazioni. In particolare, la centralità di una quotidianità insignificante, sottratta a ogni teleologia, esibita nella sua bruta oggettività e al tempo stesso riscattata nelle forme di uno straniante mito, è elemento decisivo che dalla descrizione naturalista conduce alla rappresentazione modernista. Alternando analisi tematica, studio filologico della genesi dei testi, riflessione teorica, proposte ermeneutiche e ricostruzioni storiografiche, Pellini rivendica per Zola e per Verga un’attualità a tratti paradossale, sempre imprescindibile.

Pierluigi Pellini è nato in Svizzera nel 1970 e ha studiato alla Scuola Normale di Pisa. Insegna Letterature comparate, Letteratura francese e Letteratura italiana contemporanea all’Università di Siena. Ha curato per i «Meridiani» di Mondadori i tre volumi dei Romanzi di Émile Zola (2010- 2015); ha scritto numerosi saggi sul romanzo europeo dell’Ottocento, sulla poesia italiana del Novecento e su problemi di teoria letteraria e di politica culturale. Fra i suoi libri: L’oro e la carta, Schena, Fasano 1996; Naturalismo e verismo, La Nuova Italia, Firenze 1998 (nuova edizione: Mondadori Education, Milano 2010); In una casa di vetro, Le Monnier, Firenze 2004;
Le toppe della poesia, Vecchiarelli, Manziana 2004 (seconda edizione: 2006); La riforma Moratti non esiste, Il Saggiatore, Milano 2006; Verga, Il Mulino, Bologna 2012.

Chiudi il menu
×
×

Carrello